Logo Università degli Studi di Milano


Dipartimento di

 
 
Notizie  

Ricordo del prof. RENATO UGO

 

XXXV Ciclo PhD Chimica

 

Il Dipartimento di Chimica desidera esprimere la sua vicinanza e le sue più sentite condoglianze alla prof.ssa Pizzotti e a tutti i cari del prof. RENATO UGO, recentemente scomparso, che fu Professore Emerito di Chimica Generale e Inorganica presso la nostra Università dal 2013 e precedentemente docente del Dipartimento di Chimica.

Brillante scienziato, docente stimato e amato dai suoi studenti e allievi, era un uomo di profonda umanità, dotato di una energia travolgente e di una incredibile curiosità.

Nato a Palermo, si è laureato in Chimica Industriale con lode a Milano nel 1961. La sua tesi, si era svolta nel laboratorio del professor Fusco, in chimica organica, ma poi andò a lavorare nel gruppo del prof Lamberto Malatesta, nel campo della chimica di coordinazione.

A soli 28 anni, conseguì la libera Docenza in chimica generale ed inorganica e all’età di 35 anni diventò prof ordinario prima in chimica analitica e successivamente in chimica generale ed inorganica.

A 38 anni organizzò il primo workshop Italia-Stati Uniti sulla catalisi omogenea. A questo workshop parteciparono molti ricercatori, alcuni poi divennero premi Nobel come Sharpless, Grubbs e Schrock.

Non era solo un eccellente accademico. Negli anni 80 sviluppò anche un’intensa attività di consulenza a livello nazionale ed internazionale per moltissime aziende chimiche.

Nel 1982, a 44 anni, venne chiamato dall'allora presidente della grande azienda chimica italiana Montedison, Mario Schimberni, per coordinare tutte le attività di ricerca della Montedison per vari settori: farmaceutica, polipropilene, polimeri speciali, allo scopo di rilanciare la chimica italiana.

A 46 anni divenne Membro Corrispondente della Accademia dei Lincei, e successivamente Socio Nazionale. Fu per molti anni presidente dell’Associazione Italiana per la Ricerca Industriale.

Ha sempre lavorato per la crescita della chimica italiana, sia in ambito accademico, sia nel Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), sia nell’industria lombarda ed italiana.

Il prof Ugo aveva una cultura eccezionale e amava la chimica. Diceva che la chimica è un fatto sia logico che creativo. Una volta capiti i meccanismi logici alla base, il resto è creazione. Come quella di un pittore.

E’ stato uno dei fondatori dell’approccio molecolare alla catalisi e alla chimica organometallica di superficie. E’ sempre stato innovativo, con grande intuito chimico e pronto ad affrontare nuove sfide. La sua creatività ed i suoi interessi scientifici si sono rivolti a settori molto diversi e innovativi, come i materiali avanzati per l’optoelettronica e le celle solari.

Ha ricevuto numerosissimi premi relativi alla sua attività scientifica. In particolare, nel 2000 la medaglia d’oro del Presidente della Repubblica come benemerito della cultura e della scienza. E recentemente, il 20 marzo 2020, la prestigiosa medaglia d’oro conferita dall’Accademia Nazionale delle Scienze detta dei XL (“Quaranta”).

E’ stato uno straordinario docente, come confermato dalle testimonianze di moltissimi studenti, molti dei quali sono diventati professori, imprenditori, responsabili della Ricerca pubblica ed industriale.

Il professor Renato Ugo resta un punto di riferimento fondamentale. Resteranno sempre vivi i suoi racconti di esperienze vissute, il suo grande intuito chimico, la sua capacità di affrontare nuove sfide, la sua grande umanità, la sua determinazione.

Vogliamo ringraziarlo per tutto ciò che ha realizzato, grazie alla sua passione per la conoscenza, per la chimica, e per la sua grande umanità manifestata in varie occasioni. Siamo sicuri, sarà sempre una luce, fonte di ispirazione e sostegno, per tutti noi.

23 ottobre 2020
Torna ad inizio pagina